Abitare in una casa di legno

Abitare in una casa in legno, ai giorni nostri, può sembrare, all’ occhio di qualcuno, una cosa assurda, mentre invece è una delle soluzioni abitative migliori che possano esistere. In varie parti del mondo, si vive normalmente in abitazioni di legno, come ad esempio negli Stati Uniti, e nelle zone in cui insiste un clima freddo, come ad esempio le nazioni nord-europee. Le case in legno, vengono chiamate anche “case clima”, proprio per il motivo che, all’ interno di una di esse, si riesce ad avere caldo in inverno e fresco d’ estate spendendo circa il 40/50% in meno rispetto ad una casa in muratura.


Questo importante dato attribuisce alle case in legno, il pregio di essere chiamate ecologiche.
Tutto ciò si ottiene grazie all’ elevata coibenza termica del legno: per ottenere lo stesso valore di isolamento termico di una parete in legno da 10cm, bisognerà ricorrere ad un muro di mattoni spesso fra i 50 e i 55 cm. Questo conduce inoltre, ad un notevole risparmio di materiale e a un guadagno di metratura.
Recenti studi, hanno dimostrato che, chi vive in uno di questi fabbricati, è meno soggetto a stress e a malattie cardiache, poichè, essendo il legno un materiale vivo, riesce a stimolare in maniera particolare tutti i sensi, ed influisce sul sistema nervoso favorendo la calma e il rilassamento interiore, aumentando la sensazione di benessere percepita.
Uno dei dati che crea il maggior scalpore, sopratutto fra i pensieri più scettici, è la resistenza al fuoco. E’ convinzione comune che una casa in muratura resista al fuoco, ma non è del tutto vero: in caso di incendio, l’elevata temperatura, tende a far lavorare il ferro delle armature, facendo formare delle crepe nel calcestruzzo. A seguito di queste azioni, la struttura, è visibilmente deformata e ha perso tutte le capacità portanti. Come è vero che potrebbe rimanere in piedi, è anche vero che rimarrà compromessa e dovrà essere demolita e ricostruita.
Il legno, invece, grazie al contenuto di acqua presente nella sua struttura, assicura indeformabilità e capacità portante non modificata anche in presenza delle alte temperature dovute ad un incendio.Garantisce inoltre le proprie funzioni, anche in presenza di una porzione carbonizzata, e nel caso, per ripristinare anche l’estetica, sarà sufficiente sostituire soltanto la parte interessata.

Se ti piacciono i nostri articoli aiutaci a condividerli, a te non costa nulla, per noi è fonte di grande soddisfazione. Grazie
[juiz_sps buttons=”facebook, twitter, google, pinterest, mail”]

Il legno è più salutare di altri materiali anche se si prende in esame la parte riguardante la durabilità agli agenti atmosferici e gli attacchi da parte di insetti o muffe.
Per l’utilizzo in edilizia, il legno subisce delle lavorazioni specifiche in base al luogo in cui deve essere messo in opera. La stagionatura è uno dei procedimenti più importanti, che porta ogni singolo pezzo ad avere un’ umidità relativa molto bassa, creando quindi delle condizioni sfavorevoli verso la formazione di muffe ed attacco di insetti.
I legni che andranno posizionati all’ esterno, verranno lavorati e trattati in modo che l’acqua meteorica venga allontanata nella maniera più veloce possibile.

Con questi due semplici accorgimenti, il legno dura molto a lungo, come testimoniano le innumerevoli costruzioni presenti" width="300" height="106" sizes="(max-width: 300px) 100vw, 300px" title=""> su tutto il territorio nazionale.

Vari studi di settore, hanno dimostrato quanto importanti siano le caratteristiche antisismiche di una casa di legno, pertanto, la costruzione in zone soggette, si configura molto più sicura di una casa in muratura.
Le tecniche costruttive sono differenti, a seconda del luogo dove sono destinate.
La tecnica monoparete, formata da tavole di spessore variabile fra 8 e 10 cm, è quella che viene utilizzata in luoghi in cui le temperature minime rimangono sopra lo zero. Con questa metodologia le varie aziende utilizzano diversi procedimenti: c’è chi costruisce la parete tavola per tavola, e chi per esempio, fornisce dei pannelli preassemblati della dimensione desiderata, gia con i vani per i vari infissi.
E’ molto impiegato in luoghi soggetti a temperature che vanno sotto lo zero, il cosidetto metodo “Framing”, il quale consiste in un doppio strato con una camera d’ aria al centro, che a lavoro finito avrà uno spessore di circa 20 cm, all’ interno del quale vengono sistamati strati coibenti, isolati termo-acustici, barriere anti vapore etc.
Nelle baite in alta montagna, è impiegato il metodo di costruzione in tronchi, in cui le pareti sono formate da interi tronchi sovrapposti.
Chi lo desidera può inoltre intonacare le pareti esterne, rivestirle in pietra e così via.
Altri due punti a favore del legno sono i costi e i tempi di realizzazione.
Rispetto a un edificio in muratura, i costi per la realizzazione sono più che dimezzati, se si pensa che per un abitazione in legno di circa 70 metri quadrati, assemblata da manodopera specializzata e completa di infissi, si spendono cifre attorno ai 50.000 euro. Tutti sappiamo quanto denaro in più occorre per un una costruzione simile in muratura.
Anche nei tempi di messa in opera la sfida è nettamente vinta dal legno, in quanto, una casa di 70 metri quadrati, si riesce ad ultimare nell’ arco di tre, massimo quattro settimane; questo tempo, per una casa in mattoni, occorre soltanto per le fondamenta.
Oltretutto, come molti penserebbero, non ci sono limiti di grandezza, tant’è che vengono costruiti in legno edifici a più piani, come alberghi, residence etc.
Ad opinione dello scrivente, viste tutte le caratteristiche positive, in fatto di ecologia, risparmio etc, bisognerebbe, con adeguata regolamentazione, agevolare la costruzione di case in legno, permettendo l’edificazione anche in aree in cui non è concessa la realizzazione di abitazioni in muratura, come ad esempio in zone agricole senza indice di fabbricabilità.

" class="avatar avatar-50 wp-user-avatar wp-user-avatar-50 alignnone photo" title="">

Davide Sarrecchia

Geometra, libero professionista, iscritto all'albo dei Geometri e Geometri Laureati della provincia di Roma, amante dell'architettura, del design di interni, di internet , di tecnologia e dei social in particolar modo di Google +, Pinterest e StumbleUpon.

More Posts - Website

Follow Me:
" title="">" title="">" title="">

Written by Davide Sarrecchia

Geometra, libero professionista, iscritto all'albo dei Geometri e Geometri Laureati della provincia di Roma, amante dell'architettura, del design di interni, di internet , di tecnologia e dei social in particolar modo di Google +, Pinterest e StumbleUpon.

Commenti

commenti