2 settimane ago
207 Views
3 0

Illuminazione e arredamento, il giusto mix tra design funzionalità e consumi

Written by

Quando si progetta e si intende realizzare un qualsiasi edificio, è necessario tenere conto del fattore illuminazione. A trarre giovamento da una corretta illuminazione anche il design ed altri aspetti di un dato ambiente. Inoltre, aspetto da non sottovalutare, una corretta illuminazione può favorire anche un sostanzioso risparmio nei consumi. A questo punto la domanda più giusta è: quali sono i sistemi più adeguati per l’illuminazione nel mondo dell’edilizia, del design e dell’architettura?

Per rendere una qualsiasi stanza più ariosa ed illuminata si possono adottare diversi trucchetti. Innanzitutto bisogna ricordare che una camera ben illuminata può rappresentare un vero e proprio elemento di arredamento già di per se. grazie a questo un’intera struttura può ottenere grossi benefici. Un gioco di luci fatto bene può consentire a chi vive in un determinato luogo chiuso di essere immerso in un’atmosfera persino suggestiva, con la possibilità di trascorrere giornate tranquille e rilassanti. Ma ora vediamo alcuni dettagli da rifinire per utilizzare al meglio le luci della propria casa.

 In base a quale criterio è necessario scegliere la giusta illuminazione nei campi dell’edilizia e dell’architettura? Prima di tutto, bisogna conoscere le informazioni inerenti allo spazio contenuto nell’edificio, oltre a tutte le sue possibili funzioni. Bisogna darsi da fare per realizzare una serie di fonti di illuminazione per rendere gli interni più armonici. D’altronde, se una luce viene posta in maniera corretta, può diventare un ottimo strumento di comunicazione, in grado di suscitare sensazioni e di stimolare le emozioni di un individuo.

Un’illuminazione perfetta è costituita dal connubio di quattro tipologie di luce.

La luce di ambientazione, vale a dire quella classica la cui intensità può essere facilmente regolata;

La luce d’accento, ossia la luce che si utilizza per sottolineare alcuni particolari relativi all’ambiente rendendoli più o meno soggettivi;

La luce decorativa, che non è altro che la luce d’arredo comunemente identificata come luce d’atmosfera;

La luce funzionale, ossia quella che occorre nella vita di tutti i giorni per eseguire e concludere qualsiasi genere di attività, come ad esempio  una comune lettura nel proprio soggiorno.

Per ottimizzare ogni singolo spazio e migliorarne l’illuminazioneentra in gioco il lighting design:  un sistema mediante il quale si cerca di fare un uso sostenibile della luce, con metodi intelligenti e soluzioni all’avanguardia per consentire all’utente di immergersi in un’area perfetta per le sue esigenze. Un ruolo altrettanto importante in quanto ad illuminazione è ricoperto anche dai colori delle luci che vengono adoperate. Colori caldi, come ad esempio, il rosso, non fondano di certo la loro forza sul livello e la quantità di luce emessa  ma riescono certamente a creare un’atmosfera davvero unica. Al contrario, tonalità più fredde, come ad esempio il bianco, garantiscono una maggiore illuminazione ma al tempo stesso possono portare  qualche fastidio e nonc creano grandi effetti dal punto di vista decorativo. La luminosità di un ambiente in cui si vive quotidinamente inflisce in modo inevitabile anche anche sulla condizione fisica e psicologica degli individui, per questo è un aspetto da non sottovalutare. In questo senso anche la distinzione tra lampadario, più apprezzato dal punto di vista estetico-decorativo, e lampada, più funzionale per quanto riguarda un’illuminazione più corretta.

Lampade+artistiche+07Adesso però è giunto il momento di qualche consiglio utile per un’illuminazione che coniughi stile e risparmio energetico.  Innanzitutto è preferibile far tinteggiare le pareti con colori chiari. La maggior parte del tempo dovrebbe essere trascorsa all’interno delle stanze più luminose, con la scelta delle lampade più adatte ad ogni occasione. Si consiglia anche di far mettere all’interno della propria stanza un lampadario centrale che possa garantire un’illuminazione a livello generale. Inoltre, bisogna aggiungere una luminosità localizzata per determinate attività, tra le quali il sonno e la lettura.

In ultimo, ma non meno importante, una sequenza di lampadine con sorgenti LED è proprio quello che ci vorrebbe per limitare i consumi e favorire l’ecosostenibilità.

Guarda anche le “Lampade più strane del mondo

Article Tags:
arredamento · · illuminazione
Article Categories:
Architettura e Design

Comments to Illuminazione e arredamento, il giusto mix tra design funzionalità e consumi

  • Pingback: Edilapp (edilapp) | Pearltrees

  • Pingback: Illuminazione e design | Architettura | Scoop.it

Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Menu Title